Intraday - I pattern dei prezzi

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.
«Lascia di quando in quando i sentieri battuti e inoltrati fra i boschi.
Troverai certo qualcosa che non hai mai visto prima.
Probabilmente si tratterà di una piccola cosa,
ma non ignorarla.»
(Alexander Bell)


Già il nome è di per sé evocativo: pattern dei prezzi. Letteralmente pattern significa modello e quindi quando un analista parla di pattern dei prezzi intende dei micro modelli capaci di comunicare, più o meno chiaramente, i reali rapporti di forza tra i compratori e i venditori. Tutto qui. I pattern non sono modelli previsivi del futuro andamento delle quotazioni ma bensì degli ottimi comunicatori di intenzioni.

Un po’ come analizzare le intenzioni di voto in un sondaggio…

Naturalmente esistono pattern per tutti i gusti, il limite della loro creazione risiede nella fantasia del trader che, evidentemente, non ha compreso il vero scopo dei pattern: segnalare le anomalie.

Vi siete mai chiesti cosa scatena una rivoluzione? La rivoluzione è un mutamento improvviso e profondo che comporta la rottura di un modello precedente, spesso le più sanguinose rivoluzioni, lo insegna la storia, sono avvenute non al precipitare delle condizioni del popolo ma quando, a seguito di un lungo e pesante peggioramento generale delle condizioni, ci sono stati i primi miglioramenti.

Una scintilla che innesca un incendio inarrestabile! I mercati finanziari che, è bene ricordarlo, sono una palestra della psicologia umana, si comportano allo stesso modo. I prezzi calano per lungo tempo, arrestano la discesa e creano il primo rialzo. A questo punto scatta la volatilità e inizia un trend contrario e violento che solitamente dura poche sedute ma molto proficue. Qui entrano in azione i pattern capaci di individuare le anomalie e i cambi della volatilità, il primo sintomo della partenza di un trend di mercato.

Ovviamente esistono anche pattern che indicano la continuazione di un trend o una sua momentanea interruzione, tuttavia i pattern più utili per il trader intraday sono quelli che evidenziano il mutato rapporto di forza tra i compratori e i venditori.

La contestualizzazione del pattern assume una rilevanza primaria nell’attribuirgli o meno significatività operativa, un comune errore di molti principianti e di alcuni trader esperti teorici, è il voler testare con dei sistemi automatici la significatività statistica dei singoli pattern. Un errore grossolano in particolare se si testa lo spinning top, un pattern di indecisione che fornisce indicazioni solamente se possiede una volatilità anomala rispetto al trend che lo ha generato. O si imposta questa condizione restrittiva o il test non vale nulla!

In altri termini i pattern sono solamente indicazioni dei rapporti di forza dei compratori e venditori, vanno considerati dei segnali “trasversali” da abbinare ad altre metodologie di trading. 

Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store