Utilizzare Fibonacci con i supporti e le resistenze

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.

Diamo un’occhiata al grafico che segue. Prezzi che salgono, prezzi che scendono e una semplice resistenza che è stata rotta al rialzo senza particolare convinzione. Dopo la rottura della resistenza i prezzi hanno lateralizzato invece di strappare al rialzo ma senza generare nessun segnale negativo.


Fibo supp res.jpg


Il rialzo dei corsi prosegue ad impulsi. Crescita, riaccumulazione, crescita e, infine, uno storno più ampio dei precedenti che fa ipotizzare un punto di massimo.


Fibo supp res 2r.jpg


Individuati i punti di swing l’applicazione dei ritracciamenti di Fibonacci rende evidenti i livelli, il livello di 23,6% è già stato superato ma restano i livelli 38,2%, 50%, 61,8% e 78,6%.

Appare subito evidente che il livello di ritracciamento del 61,8% coincide con la resistenza e ne aumenta quindi la rilevanza.


Fibo supp res 3.jpg


In altri termini il livello che ha una coincidenza con una resistenza o un supporto aumenta la probabilità di essere un punto capace di fermare i corsi e andrà quindi indagato con l'analisi candlestick per validarne la tenuta.


Fibo supp res 4.jpg


Nel caso in esame, ma non è affatto difficile rintracciarne molti altri, il livello di ritracciamento del 61,8% si è comportato da supporto, è bene ricordare che la coincidenza di livelli aumenta significativamente la probabilità di tenuta degli stessi.


Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store