Jordan Belfort - Il lupo di Wall Street

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.
La biografia del lupo di Wall Street, un bestseller mondiale!

La storia di Jordan Belfort (New York, 9 luglio 1962) è degna delle migliori trame dei film sugli squali di Wall Street e, in effetti, un film che narra la sua vicenda l’ha messo in cantiere nel 2011 la Warner Bros con Leonardo Di Caprio come protagonista e con Martin Scorzese alla regia.

Jordan Belfort è il classico signor nessuno, a 24 anni (nel 1986) è un semplice telefonista ma non in una compagnia telefonica o in una società di vendita per corrispondenza, ma alla LF Rothschild, una società di brokeraggio. Siamo alla fine degli anni 80 e, come per Jesse Livermore, Jordan si ritrova a vivere in un mondo dove il denaro, le aspettative e i sogni ad occhi aperti di molti investitori dominano la scena e osserva, assimila e sviluppa una radicata esperienza sui sogni degli investitori che desiderano sempre le stesse cose: facili profitti in poco tempo e, ovviamente, senza rischio alcuno.

Indice

L'ascesa grazie al Pump and Dump

Jordan decide di fare il grande passo e, senza particolari conoscenze tecniche in finanza (non aveva una laurea specialistica) fonda una sua compagnia: la Stratton Oakmont. Lo scopo della società è uno solo: fare rapidamente tanti soldi, proprio come una delle prime società per azioni del 1700 che aveva come obiettivo "il realizzare un’impresa altamente conveniente, ma che nessuno sa ancora cosa sia."

Gli affari vanno subito a gonfie vele, Jordan e il suo staff guadagnano cifre da capogiro che spendono in prostitute, Rolex, Ferrari, ville, droga e ogni altro genere di lusso immaginabile. Le prostitute d’alto bordo sono parte integrante dei benefit della sua attività e vengono classificate come i titoli del mercato azionario (blue chip, da qualche migliaio di dollari a notte, nasdaq con costo tra i 300 e i 500 dollari e pink sheet dai 100 dollari in giù).

Ma non sono le particolari abilità di Jordan a decretarne il successo nel mondo della finanza ma una tecnica ben conosciuta tra i truffatori, il pump & dump, questo era il core business della Stratton Oakmont. Esattamente come nel film 1 km da Wall Street Jordan faceva salire il prezzo delle azioni che comperava e poi le rivendeva con grosse plusvalenze ai suoi clienti che erano convinti di fare un buon affare.

Appena vendute tutte le azioni il prezzo non era più sostenuto da nessuno e le quotazioni crollavano.

La Sec (la Consob USA) e l’FBI scoprono ben presto la truffa e Jordan, che ai tempi d’oro guadagnava 50 milioni di dollari l’anno a spese dei sogni di arricchimento facile dei suoi clienti, viene incriminato per frode e riciclaggio di denaro sporco. Le perdite che ha provocato ai propri clienti si aggirano sui 200 milioni di dollari, è il 1998 e Jordan se la cava con soli 22 mesi di prigione grazie alla sua piena collaborazione con l'FBI.

Jordan è oramai un personaggio, la sua vicenda è nota a moltissime persone e decide di raccontarsi in due libri pubblicati in circa 40 paesi che diventano dei best sellers: The Wolf of Wall Street e Catching the Wolf of Wall Street.

Ironicamente la sua carriera si è sviluppata come speaker motivazionale, insegnando ai propri clienti come raggiungere il successo senza compromettere l'integrità e l'etica.

Sicuramente un esperto nell'argomento!

Pubblicazioni:

Vedi anche:

Collegamenti esterni:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie