I Quadrati Cardinali

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.

Gann era solito anche determinare futuri livelli di supporto e resistenza usando i quadrati cardinali: dopo la formazione di un minimo, si scrivono i prezzi via via più elevati in senso orario intorno al minimo, in modo da formare un quadrato, fino a raggiungere l’area di prezzi correntemente segnati. I prezzi che cadono negli incroci cardinali, ossia quelli che attraversano in orizzontale e in verticale il prezzo centrale, rappresentano probabili futuri livelli di supporto e resistenza.

Le tecniche di Gann si rivelano più efficaci quando vengono impiegate congiuntamente. Per dirla alla Gann, un “market event” si verificherà quando un’inversione di tendenza si coniugherà ad un livello di ritracciamento, ad un prezzo cardinale, ad un giorno di anniversario e se seguita dalla rottura di una trendline.


635 640 645 650655 660 665 670 675
630 505 510 515 520 525 530 535 680
625 500 415 420 425 430 435 540 685
620 495 410 365 370 375 440 545 690
615 490 405 360 355 380 445 550 695
610 485 400 395 390 385 450 555 700
605 480 475 470465 460 455 560 705
600 595 590 585 580 575 570 565 710
755 750 745 740 735 730 725 720 715
Un esempio di quadrato cardinale.


Il valore centrale, 355, è il livello minimo fatto segnare dall’Indice Comit nel settembre ‘92. Gli altri valori in grassetto, rientranti nella riga e colonna centrali, rappresentano i probabili livelli di supporto e resistenza.

Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store