Position sizing

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.
Risk.jpg
I rischi. Come ci rapportiamo a loro, dice molto su noi stessi.
Ogni giorno, ogni momento, facciamo calcoli, valutazioni, discutiamo, prendiamo decisioni.
Ma quando si arriva al dunque, la verità è che se vuoi affrontare dei rischi,
l'unica cosa che conta... è quella di correre quelli adatti a te.
(Being Erica)


Il position sizing è il dimensionamento della posizione operativa, quanto viene investito in un trade rispetto al portafoglio totale. Si tratta di un elemento molto importante perché permette di capire immediatamente la rischiosità della strategia.

Indice

La quantità di capitale impiegato influenza la qualità dei profitti

Osserviamo i risultati di due trader, entrambi con un profitto di 100.000€

Caso 1, pochi trade e molto profitto

Caso 2, molti trade e poco profitto


Entrambi i trader hanno avuto la medesima performance a parità di capitale totale e tempo, ma quale trader è stato più bravo? Senza dubbio il primo, ha rischiato su segnali per lui sicuri ed è andata bene. Pochi trade ben mirati. Ma qui non si tratta di bravura, i mercati sono fatti per sorprendere e ogni trade effettuato ha messo a rischio ben il 20% del capitale. Il secondo trader invece ha rischiato solo il 2% del proprio capitale in ogni singolo trade. E se la domanda cambia? Se invece di valutare il trader più bravo si deve valutare il trader che ha maggiori possibilità di replicare la performance? Quale trader scegliere in questo caso? Senza dubbio il secondo.

Infatti il secondo trader rischia una percentuale molto più ridotta in ogni singolo trade ed è, qualitativamente parlando, ben diverso realizzare una performance del 100% con 5 operazioni rischiando il 20% del capitale a disposizione rispetto al rischio che si corre con un 2% di capitale per ogni trade effettuato.

Ovviamente si tratta di un esempio estremizzato, tuttavia l'importanza della percentuale investita in ogni singolo trade è fondamentale per poter sopravvivere, senza troppi danni a qualsiasi cigno nero. Appare evidente che la quantità di capitale impiegato influenza la qualità dei profitti.

Dimensionare la size

L'entità della posizione va determinata prima di andare a mercato ovviamente. Si tratta di un piano di trading al quale aggrapparsi quasi fosse una zattera nel mare aperto, con regole da non infrangere. Dopotutto il singolo size dovrà essere considerato come il danno massimo, la perdita più grande che è possibile fare in caso di disastro totale. Un evento raro ma che, la storia insegna, ogni tanto si verifica.

Per convincersi definitivamente del problema basta ricordare i casi di:

e solo per citarne alcuni...

Ovviamente se decidiamo che la nostra perdita massima è pari a 1.000€, a titolo di esempio, lo stop loss influenzerà la size, un 10% di stop loss consentirà al massimo una posizione pari a 10.000€, un 5% di stop consentirà 20.000€ mentre un solo punto percentuale di stop consentirà una posizione di 100.000€.

Se quindi si desidera aprire un trade con uno stop loss appena sotto la resistenza grafica, posta un 10% in basso, la posizione dovrà essere grande, al massimo, 10.000€.

Lo stop loss massimo finisce quindi con l'influenzare direttamente la quantità di denaro da investire. E non si tratta di potersi permettere perdite anche più grandi, si tratta di legare il rischio a un metodo.   
Se il trader opera sul forex non cambia molto, se ipotizziamo uno stop loss 100 pips sotto i prezzi attuali e la perdita massima consentita è di 1.000€ si dovrà procedere al calcolo del numero di lotti da acquistare in modo da calibrare il valore di 1 pips a 10€. Così facendo il movimento di 100 pips corrisponderà a 1.000€, proprio la perdita massima consentita dal protocollo operativo del trader.

Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store