Trading pit

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.

"Estremamente breve e travagliata è la vita di coloro che dimenticano il passato, trascurano il presente, temono il futuro: giunti al momento estremo, tardi comprendono di essere stati occupati tanto tempo senza concludere nulla." (Seneca)


Il logo del C.B.T., un trading pit.
Il Chicago Board of Trade, la borsa ha un logo particolare con diversi ottagoni contenuti uno sull'altro. Ma non si tratta di un semplice insieme di figure geometriche, il logo ha un significato ben preciso ed è la rappresentazione stilizzata di un trading pit.

Pit, in inglese, significa fossa e quindi trading pit può essere tradotto come "la fossa del trading". In effetti il trading pit è una semplice invenzione che permette di rendere immediata e sicura la comunicazione che i trader devono poter fare per acquistare e vendere. Ogni trader occupa un settore del trading pit ben definito e che corrisponde a diverse consegne, un caos solo apparente reso ancora più funzionale da un complesso sistema di contrattazioni tramite segni, nulla è lasciato al caso o all'improvvisazione.

Nel 1878 Ruben S. Jennings ha brevettato il trading pit ricevendo il numero US Patent 203837, poco dopo lo stesso Ruben ha intentato causa ai mercati finanziari dell'epoca come il CBOT che utilizzavano il trading pit. Ottenne l'annullamento del brevetto.

Quella che segue è l'immagine del trading pit depositata da Ruben S. Jennings.


Trading floor design.jpg


Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store