Il principio dell'opinione contraria

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.
«Ogni cosa ha il prezzo che il compratore è disposto a pagare per averla».
(Publilio Siro)


Comprare quando tutti vendono e vendere quando tutti comperano, gli eccessi dei mercati, per i seguaci della "contrary opinion", sono preziose occasioni operative. Nonostante il principio dell'opinione contraria sia annoverato tra le voci dell'analisi tecnica, esso dà corpo a una nuova dimensione dell'analisi: quella psicologica.

Il concetto che sottende il principio dell'opinione contraria è che nei mercati finanziari, quando la maggior parte delle persone concordano su qualcosa, stanno sbagliando. Se l'80-90% degli investitori sono già posizionati in una direzione, i rimanenti investitori non saranno in grado di far proseguire il trend con la stessa forza. Un indebolimento del trend è un'occasione.

Al trader seguace dell'opinione contraria rimane il compito di identificare l'opinione della maggioranza, misurare gli eccessi e prendere una posizione contraria. A livello tecnico un ideale punto di ingresso nel mercato potrebbe essere un gap di esaurimento, grande tensione dei prezzi, grande direzionalità e una grande maggioranza di operatori con una visione del mercato concorde.

Prendere una posizione contraria

Ovviamente prendere una posizione contraria è molto rischioso e necessita di uno stop loss rigido e di limitata ampiezza. Il grafico che segue mostra chiaramente come, in presenza di un forte movimento ribassista, la reazione sia stata altrettanto violenta portando i corsi a rimbalzare di oltre il 50% in poche sedute. Il trend di fondo non ha ancora avuto il tempo di invertirsi e quindi chi ha seguito il principio dell'opinione contraria ha fatto un trade molto profittevole. Ma non è tutto oro quello che luccica!


Opinione contraria.jpg


Se infatti è evidente sul grafico il tracollo da circa 5€ a circa 2€ con il relativo rimbalzo, mentre il ribasso si compie molti investitori guidati dal principio dell'opinione contraria hanno comperato a 4€, a 3,5€, a 3€, a 2,5€ e, ovviamente anche a 2€. Non tutti hanno fatto un grande affare e quindi appare evidente che mettersi contro il mercato e sconfiggerlo è frutto più della fortuna che dell'abilità.

Occorre discriminare le sessioni provando a comperare quando, quantomeno, la discesa veloce e violenta riduce la propria forza, in questo caso oltre i 2,5€ di quotazione. Si entrerà sempre contro trend ma con il piccolo vantaggio che, anche se non ancora invertito, il trend ribassista si è momentaneamente interrotto.

Una volta aperta una posizione non resta altro che revisionare lo stop loss in pari appena possibile per poi gestire il trade con i soliti accorgimenti dell'analisi tecnica.

Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store