Il caso Tiscali

Seguici su Facebook
Da Traderpedia.
«In borsa imparate dagli errori altrui.
La vita è troppo breve per riuscire a commetterli tutti».
(J.B. Quinn)


Il motto delle società Dot Com era «diventa grande o è persa» e, in effetti, non si può negare che Tiscali sia diventata grande. Tuttavia l’andamento iniziale delle quotazioni rappresenta uno dei casi più emblematici di un titolo comprato e venduto sulla base delle notizie e delle aspettative degli investitori.

Le azioni Tiscali divennero il simbolo della concretizzazione della new economy ed ebbero un incremento di prezzo incredibile, da 46 a 1.200 euro in poche settimane. L’euforia collettiva sembrava non avere mai fine e le previsioni di sviluppo erano ottime.

Caso tiscali 1.jpg
Andamento grafico del Boom di Tiscali fino al massimo storico assoluto

Ma le aspettative vanno verificate nel concreto prima o poi e appena uscirono i dati di bilancio le quotazioni vennero drasticamente ridimensionate per poi scatenare un effetto panico che fece crollare il titolo a livelli sempre più bassi.

Il trend va sempre seguito, specie se ci sono movimenti consistenti in acquisto e in vendita. Chi ha saputo cavalcare la tendenza e uscire ai primi segnali di debolezza ha potuto contare su lauti guadagni. Viceversa, chi si è affidato all’emotività e alla speranza, sovraccaricando di fiducia le proprie previsioni, è rimasto con il cerino acceso tra le dita e ora può solo raccontare quanto dolore può provocare un eccesso di calore vicino a mani che riteneva deputate a far scorrere profumati bigliettoni da cinquecento euro.

Dopo qualche mese di lateralizzazione, con dei tentativi di ripresa dei corsi, il titolo cedette quota 40 e gli investitori furono nuovamente travolti da un fiume in piena che, nel più classico degli schemi tecnici, vide il raggiungimento di quota 30, un rimbalzo di nuovo fino a 40 e poi una discesa fino a 15. Il tutto in pochi mesi.

Caso tiscali 2.jpg
Andamento grafico di Tiscali. Dal massimo storico assoluto di 119,7 a 40 euro in 3 mesi

Lentamente, ma inesorabilmente, i corsi precipitavano rimbalzando ogni tanto ma senza mai recuperare i precedenti massimi relativi. A settembre 2004 Tiscali quotava poco più di 2 euro: un prezzo che paragonato al massimo storico significava una perdita del 98% dai massimi.

Caso tiscali 3.jpg
Andamento grafico di Tiscali da 120 euro di marzo 2000 ai 2 euro di settembre 2004

Vedi anche:

Strumenti personali
Varianti
Azioni




Navigazione
Categorie Principali
Altre Categorie
Traderpedia Store